Quando le donne ti considerano un semplice “amico”; sei TU che lo scegli, non loro.

Caro Mr Seduzione,
leggendo il tuo blog vedo con occhi diversi una situazione che sto vivendo (da zerbino) con una mia amica.
Ti chiedo: lei mi chiama (lo fa raramente, la contattavo sempre io per primo) e mi dice che è venuto a trovarla da fuori il tipo con cui si frequenta da mesi a distanza e se volevo uscire con loro (!) per poterlo conoscere. Francamente non morivo dalla voglia e ho rifiutato accampando la scusa che avevo già programmato tutto il pomeriggio per scrivere la tesi (che è vero!),lei intuisce che sono un po’ freddo e mi chiede se c’è qualke problema,io dico nessuno ma rimaniamo che possiamo fare un altro giorno. Ma come bisogna comportarsi quando ti chiede cosa hai,quando si accorge che stai cambiando atteggiamento nei suoi confronti e che non la consideri più come prima????ILLUMINAMI!!!

In realtà il problema lo risolvi a monte…

Fare l’offeso/freddo non è tipicamente un’atteggiamento da Uomo.

Per inciso, non è un atteggiamento attraente… anzi è piuttosto infantile; le donne lo percepiscono in modo molto chiaro e definito quando dentro la tua personalità hai dei tratti facilmente suscettibili.

Io parto da una convinzione di base, le nostre scelte DI VITA “dovrebbero” essere fatte nell’ottica di raggiungere degli obiettivi precisi.

Ora, ipotizziamo che il tuo obiettivo sia quello di diventare un autentico playboy, un uomo che sappia affascinare ogni donna su cui posa gli occhi, che al primo sguardo sappia far sentire attratta da lui la sua preda.

Diciamo che tu possa considerare “RAGGIUNTO” questo tuo obiettivo ad un’UNICA CONDIZIONE: quando la donna sente un desiderio irrefrenabile di fare l’amore con te.

…Credo che sia un obiettivo facilmente condivisibile per molti lettori di questo blog.

A questo punto, Mr. Seduzione ti suggerisce di scegliere con attenzione gli atteggiamenti da assumere per RAGGIUNGERE IL TUO OBIETTIVO, NEL MINOR TEMPO POSSIBILE.

Tu che fai?

Incominci a dimostrati, distaccato, un po “lagnoso” e probabilmente avrai fatto l’offeso.

Non ho la minima idea dell’espressione che avrai fatto, ma quando una donna arriva a chiederti se hai qualche problema, il motivo è semplice: le avrai fatto il broncio; lo stesso che avresti fatto da bambino nel caso in cui il babbo non ti avesse regalato la macchinina rossa che ti piaceva tanto.

Di uomini e ragazzi della tua età, che ripetono questo teatrino ne avrò visti a vagonate ed indovina un po? Nessuno di loro viene compreso dalla donna.

Mi spiego meglio.

Quando sei infastidito dal fatto che una donna non capisce che tu hai un discreto interesse nei suoi confronti non c’è bisogno di essere degli indovini per intuire che il tuo problema con le donne è da ricercarsi nel fatto di NON riuscire a trasmettere emozioni con il tuo corpo.

E’ il solito problema legato al fatto che le donne ti considerano un semplice amico, nonostante le tue intenzioni siano ben altre.

Se il tuo corpo non comunica e non innesca in una donna quelle sensazioni che la portano a sentirsi sessualmente attratta da te, esiste un’unica conclusione per la donna: l’amicizia.

Ora vorrei farti una domanda.

Dal tuo punto di vista, un uomo che viene percepito come sessualmente attraente dalle donne, quando ha dei problemi con una donna, le fa il broncio o si comporta in qualche modo particolare?

La risposta non è esattamente scontata; una donna quando sente di non avere il controllo dell’uomo che ha davanti a sè, quando sa che lui è più forte di lei, quando percepisce che il suo “potere contrattuale” è decisamente superiore al proprio, non ha molta scelta nelle possibili eventuali reazioni.

Giusto per essere chiari, nella maggiorparte dei casi, quando una donna ti chiede se hai dei problemi, è più che probabile che non abbia una gran considerazione di te. Sia che il tuo ruolo sia di semplice amico o di partner.

Se la tua personalità fosse calibrata correttamente, tenderesti ad ignorare certi atteggiamenti di una donna. Non hai bisogno di conquistare la carità di nessuno o la comprensione degli altri, tantomeno da parte delle donne.

Insomma, mi auguro di trovare tutti d’accordo sul fatto che: “Fare pietà ad una donna, NON è esattamente come farla sentire irresistibilmente attratta a te.”

Se l’uomo ha dei problemi in generale, ed il suo orientamento è quello di essere una persona carismatica ed attraente per il pubblico femminile, esiste un’unica reazione plausibile alle difficoltà sentimentali (e non), ed è un atteggiamento propositivo per RISOLVERLI il prima possibile uscendone a testa alta e raggiungendo l’obiettivo iniziale IN OGNI CASO.

Se arrivi al punto di avere una donna che ti viene a chiedere “se hai dei problemi”, quello è il momento in cui hai la certezza di avere sicuramente un problema.

Anzi, probabilmente te lo starai trascinando da un bel po sulle spalle. Peccato che nel frattempo sia diventato così fastidioso, che anche le persone che ti circondano lo stiano percependo.

Ripeto, non è questo il modo di ragionare di una persona che vuole sedurre sistematicamente le donne e che vuole arricchire di soddisfazioni la propria vita.

Quando entri nella logica che la seduzione sia un gioco, quando ti convinci che l’obiettivo sia stimolare le emozioni delle persone che ti circondano, e non quello di suscitare sentimenti di “pietà” significa che sei sulla buona strada.

Ma ora che sei sulla buona strada, sei tu che devi camminare e raggiungere la destinazione, qualunque essa sia.

Tag: , , , , , ,

11 Risposte to “Quando le donne ti considerano un semplice “amico”; sei TU che lo scegli, non loro.”

  1. Alejandro Says:

    A questo punto se capita una cosa del genere (che una donna ti chiede se hai qualche problema), vuol dire che si è proprio arrivati alla frutta con lei !!

    Ma mr. Lei incoraggia sempre dicendo che si può recuperare… anche in questo caso è possibile invertire questa situazione?? Anche se ormai lei ci vede come amici e anche se (a quanto pare) le “facciamo pena”???

    Devo saperlo !!

  2. Mr. Seduzione Says:

    i miei non sono incoraggiamenti che brancolano nel buio.

    io ti dico quello che puoi fare e basta.
    io indico la strada.

  3. Brian Says:

    Spesso mi sono accorto che il mio comportarmi da bambino imbronciato, farla sentire in colpa, funzionava una volta o massimo due, poi la tipa si scazzava e il giochino smetteva di funzionare.

    tra l’altro credo mi comportassi così proprio per ricevere quegli stramaledetti feedback di cui noi insicuri abbiamo sempre bisogno, del tipo “ma allora sei ti comporti così non ti piaccio! dimmi che mi sbaglio!”. Ora qualcosa in me sta cambiando, mi sto allenando a non comportarmi più così e vedo che la cosa sta funzionando. anche perchè (moltissimo grazie a te Mr.) mi sto accorgendo che una donna che si comporta in una maniera che ci ferisce spesso lo fa per mille ragioni diverse, anche se chiaramente un insicuro penserà sempre al peggio.

    Più sicurezza in me stesso sta portando un sacco di risultati, anche e soprattutto il fatto di non legarmi subito ad una ragazza, il fatto di non star male se vedo che non mi chiama o non mi scrive in msn. Non è che me ne frego, semplicemente non la vedo più come un fallimento personale!

    P.S. un ringraziamento particolare Mr per avermi fatto capire che le parole possono molto, ma da sole non possono fare nient’altro che farti rimanere un inutile amicone! il contatto e il corpo fanno tutto! testato sul campo!

    un saluto, con rispetto

  4. TOMCRUISE Says:

    QUOTO AL 100% QUESTO ARTICOLO!
    Mr SEDUZIONE è un grande !
    Mi sono spesso trovato con una ragazza nelle situazioni sopra.
    Si arriva poi al paradosso che tu pieno di problemi vieni ignorato. Mentre uno che fa una vita splendida ed ha un problema magari banale viene considerato “poverino” e lei si fionda a consolarlo.
    Io ho capito a mie spese che Ligabue aveva ragione quando diceva: “Abbiamo amici che neanche sappiamo e finchè va bene ci leccano il culo…” .
    In quest’ultimo mese ho avuto un problema di famiglia piuttosto grave , che , parlando piano si sta lentamente risolvendo (infatti se avete notato sono intervenuto molto poco e ho letto molto poco il forum purtroppo per me…) Comunque io ho una ragazza con cui esco abitualmente a cena , e, puntualmente le pago la cena.
    Ora avevo problemi seri e avrei gradito un minimo di aiuto (per carità non pretendevo che mi venisse a lavare e stirare solo aiuto morale con telefonate ad esempio che fra l’altro mi fa tutto l’anno per andare a cena o per dire cose banali di ogni giorno) ebbene questa ragazza mi invia un sms con su scritto: “Adesso tu sei in un periodo difficile, ti lascio un po’ tranquillo , ci risentiamo quando le cose andranno meglio”. Avete capito? Non servivo a pagarle le cene e quindi ciao !
    Da queste cose bisognerebbe trarre consiglio per diventare un vero bastardo dentro e cogliere solo il meglio noi da queste persone…

  5. Mr. Seduzione Says:

    non c’è bisogno di diventare “bastardi” per vivere con dignità.

    Pretendi il rispetto degli altri, non lasciare che gli altri ti mettano i piedi in testa. Essere bastardi non serve a nulla.

  6. Mr. Seduzione Says:

    mi fa piacere che stia raggiungendo i primi risultati.
    Se hai compreso il potenziale della comunicazione non verbale significa che sei già sulla buona strada.
    Complimenti.

  7. TOMCRUISE Says:

    Naturalmente intendevo “Bastardo dentro” la famosa frase di Aldo , Giovanni e Giacomo per dire quello che hai espresso tu…
    Non bastardo in senso stretto…

  8. GIUSEPPE Says:

    buona sera mr.seduzione arrivo al punto:praticamente mi piace una ragazza ma lei mi vede come un ‘amico..lo distaccata dicendogli di non sentirci piu perke soffrirei e non potrei stare con una ragazza che mi piace ma mi vede come amico..ora mi manca ma non mi ci faccio sentire….mi dai qualche consiglio per favore.??

  9. Mr. Seduzione Says:

    perchè anzichè dire cose che non pensi, e che lei sa benissimo che non le pensi, non punti ad innescare l’attrazione?

  10. Matteo Says:

    caro Mr, ascolta una cosa.
    Mi trovo completamente daccordo con ciò che dici. Ma se al il problema di essere considerato un amico si aggiungesse quello della distanza (circa 300km), per cosa opteresti?
    Ti spiego meglio, con una della mia stess città riesco a interagire creando un bel feeling puntando molto sulle sorprese, ma come posso fare con una che stà molto lontano da me?
    gradirei vivamente un consiglio.
    grazie

  11. Mr. Seduzione Says:

    io al tuo posto sceglierei o di ridurre la distanza o di cambiare la donna.

    le storie a distanza sono inutili, non fanno bene a nessuno dei due e sono una semplice forzatura.

    il piacere di stare insieme ad una persona è nello stare INSIEME. Se fosse la lontananza il piacere, allora non avrebbe senso trovare un partner.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: