I pro ed i contro di “provarci con una donna” quali sono?

Provarci o non provarci, se ci provo come fare? …e se mi dicesse di no? …e se non ci provassi lei capirebbe che mi piace? …e se facessi l’indifferente come faccio a provarci, non vorrei passare per il solito-che-ci-prova?

Inizia così la riflessione tipica del maschio che non ha ancora imparato ad utilizzare la seduzione passiva.

Scegliere quando provarci e soprattutto come provarci generalmente dipende molto dal carattere della persona che decide di farlo, ma per quanto riguarda l’efficacia del metodo non esistono molte varianti tra cui scegliere.

Molti sono tutt’ora convinti che per iniziare una relazione con una donna sia obbligatorio eseguire una sorta di “rito” prestabilito o come se si trattasse di una pianificazione che segue delle tempistiche e degli step precisi.

Le cose in realtà funzionano diversamente.

Generalmente alcuni tendono ad osservare la loro preda per un determinato lasso di tempo, la scrutano, incominciano a trovarci i pregi e le peculiarità che rendono questa o quella donna come l’essere “ideale” con cui trascorrere la propria vita.

Poi incomincia la fase di conoscenza, dove chi non è molto sicuro di sè stesso cerca in modo confuso punti di appoggio per impostare una eventuale strategia di attacco. Al tempo stesso si tenta di individuare eventuali segnali d’interesse dall’altra parte, si cerca di costruire un’atmosfera o di creare una piacevole conversazione, che possa eventualmente portare la ragazza a dimostrarsi interessata nei nostri confronti.

Poi si aspettano segnali più o meno evidenti… e poi….

Spunta il dubbio, le certezze che mancano incominciano a diventare un peso difficile da portare avanti. Non si sa più come gestire la situazione, nè di come passare al livello successivo che generalmente è il bacio.

La verità è che di questo processo NON DOVREMMO neppure accorgercene.

E’ un po come se fossimo nel nostro ascensore, di cui abbiamo parlato in altri articoli ed incominciassimo a salire di mezzo-piano in mezzo-piano, anzichè arrivare direttamente all’ultimo senza fare tappe intermedie o intralci di alcun genere.

Ma allora perchè per molti è così difficile conquistare una donna?

Il discorso non è complicato, ma una cosa è certa: la seduzione dovrebbe essere una questione istintiva non di ragionamento.

Tutti i problemi che affliggono la vita di molti uomini single o di tutti coloro che generalmente faticano a trovare una donna derivano da un singolo grande elemento ed è lo stesso per tutti.

Troppi uomini infatti, cercano di razionalizzare il meccanismo della seduzione di una donna. Per farlo si costruiscono dei processi mentali che spesso più che aiutarli, finiscono per complicargli ancor di più la vita.

Per questo è importante lavorare sulle proprie strutture mentali, rimuovere tutti quei concetti, quei processi che bloccano di fatto quello scambio di energie è l’unico modo che ti permette di far sentire le donne attratte da te.

Non è neppure la questione di capire se sia meglio provarci o aspettare che una donna si faccia avanti per prima, il tuo obiettivo è quello di riportare la tua natura sessuale ed il tuo istinto a lavorare al posto tuo.

L’uomo è naturalmente programmato ad attrarre passivamente le donne.

L’educazione e la cultura, con il passare degli anni vanno ad influire in modo positivo o negativo su questa tua innata capacità e determinano il livello della qualità della vita sessuale che conduci.

I sentimenti, per non parlare della sessualità in generale, sappiamo benissimo che non hanno nulla a che vedere con la razionalità. A volte si finisce per innamorarsi di persone che magari fino ad un giorno prima non si riuscivano a vedere, il motivo?

Non siamo noi che stabiliamo chi ci attragga. Ci sentiamo attratti e basta.

Non sarà un paio di occhi azzurri, non sarà un corpo particolarmente bello o un sorriso entusiasmante. Ad un certo punto della nostra vita, dentro la nostra testa scatta qualcosa che ci porta a sentirci attratti per qualcosa o qualcuno e spesso tendiamo a giustificare il nostro interessamento con qualcosa di più concreto.

Ma resta una giustificazione per la nostra razionalità, il meccanismo che stabilisce chi ci fa sentire attratti NON è il frutto di un ragionamento, anzi l’esatto opposto.

Le emozioni, hanno un’influenza sulle nostre scelte, che va oltre la comprensione umana.

Una volta che inneschi l’attrazione, una volta che la donna che ti piace ha già intenzione di voler fare qualcosa insieme a te, non ha più importanza se ci provi o come ci provi. Si tratta eventualmente di capire quando, come e dove avrà inizio la vostra relazione.

Pro e contro, esistono solo quando si è insicuri del risultato di qualcosa. Ma quando il nostro obiettivo è già “nostro” sarà più difficile riuscire ad evitare di finirci a letto, che lasciare che gli eventi si sviluppino spontaneamente per finirci a letto in ogni caso.

Il nostro amico Sax qualche giorno fa chiedeva: “se lei capisce che ci sto provando, non mi allontanerà? come faccio ad invitarla senza farglielo capire?”

Il discorso come abbiamo detto fino ad ora, non è tanto se lei capisce che tu ci stia provando o meno. Ma quanto il tuo comportamento e la tua comunicazione non verbale sia in grado di metterla nella condizione di farla pensare come “questo si che mi piace”.

Una volta che la metti nella condizione di essere il SUO OBIETTIVO da raggiungere, o come il prossimo uomo che cercherà di sedurre da lì a qualche minuto, non ti porrai neppure il problema…

Tutto parte dal modo in cui imposti il tuo approccio tra te e la donna, il resto è una diretta conseguenza.

Tag: , , , , ,

14 Risposte to “I pro ed i contro di “provarci con una donna” quali sono?”

  1. Tolomeo Says:

    Ciao mister,
    Si può arrivare a dire per assurdo che per interessare ad una donna non bisogna proprio far nulla (inteso perlopiù come atteggiamento interno che non nei comportamenti mostrati)?

  2. walter Says:

    Ciao mr vorrei parlarti un attimo di me:
    sono della classe 86, 22 anni tra poco.
    Ho scoperto oggi il tuo blog e ti faccio veramente i complimenti!!!
    Fino alla 5^ superiore si potrebbe dire che non ci ho mai provato con nessuna ragazza e i miei unici baci fino a quel momento sono stati con delle p*****elle in disco.. squallidissimo.
    Questo però è stato anche influenzato dal fatto che ero mega-inzerbinito verso una mia compagna di classe, per la quale erò però solo un amicone..
    Finite le superiori ho deciso di “troncare” con questa amica, perchè altrimenti non avrei mai vissuto la mia vita.
    Ho cercato di “buttarmi”, anche se sono un po’ timido, e ho conosciuto un po’ di ragazze.
    Un giorno ho visto una bella ragazza e sono andato lì ad approcciarla.. come scusa ho chiesto se conosceva un bar da quella parti, poi quando me l’ha indicato le ho chiesto se voleva venire anche lei.
    (tra l’altro ho letto sul tuo blog che pure tu consigli questa tecnica!!!).
    Per farla breve siamo stati insieme 3 anni, ossia fino a questo settembre quando lei mi ha lasciato perchè non sempre andavamo d’accordo e non sempre ci capivamo..
    lei dopo 10 gg era già a letto con un altro..
    io ci sono stato veramente male… dato che fino a poche settimane prima ancora parlavamo di come avremmo potuto chiamare i nostri bambini quando ci saremmo sposati.
    ho passato un mese d’inferno.
    Ma mi sono fatto forza e ora, anche se lei mi viene a dire che non vuole più quell’altro e mi ama ancora, io nemmeno le rispondo.
    Non voglio essere la ruota di scorta di nessuno.
    Voglio cambiare pagina.
    Purtroppo in questi 3 anni di isolamento ho perso i contatti con le poche amiche di scuola, in compenso ho una discreta scelta di amici con i quali uscire, peccato che non siano le spalle ideali per approcciare, ognuno per motivi diversi..(ma non sputo sopra a ciò che mangio quindi mi accontenterò delle carte che ho)
    che dire.. cercherò di approcciare anche da solo! secondo te è possibile imparare la tecnica senza avere spalle?
    Come dicevo prima, ho scoperto oggi il tuo blog che mi ha già fatto molto riflettere su quanto poco so di questo universo femminile..
    e quanta voglia ho di imparare l’arte di sedurre! Io sono troppo tendente al zerbinismo e anche a fare troppo il simpatico..
    Come mi hai fatto capire tu, anche se faccio sbellicare i miei amici, le donne hanno un concetto diverso di “simpatia”.
    Passerò il mio tempo libero a leggere il tuo blog per farmi riflettere, poi sicuramente acquisterò i tuoi libri.
    Sono solo indeciso se cominciare con la mini-guida o con il manuale.
    Cosa mi consigli?

  3. Nicola Says:

    Ciao, mi chiamo Nicola ed ho 21 anni, ti faccio i miei complimenti per il blog che hai creato, è davvero molto importante per tutti noi maschietti !! Secondo me dovresti fare un film su tutto quello che dici, tipo Hitch. Tu lo fai per passione, io se fossi in te lo farei come lavoro! Sarebbe fantastico..
    Cmq anch’io ho un problema serio con le donne, nonostante ho ricevuto diversi apprezzamenti da ragazze più grandi di me. Mi dicono tutte che sn molto bello, simpatico, travolgente ecc.(una addirittura mi disse che se era + giovane mi avrebbe sposato!).
    Ma con tutti qst complimenti che ricevo a valanga, con le ragazze sn una frana.. Appena vedo una che mi piace mi inibisco, sto zitto, mi si bloccano le parole e mi agito e poi sn molto timido. Una cosa che ho imparato è quella di riuscire a guardarle negli occhi (con 1 sguardo intenso) e devo ammettere che quando una si accorge che la sto guardando ricambia quasi sempre (l’altro giorno sull’autobus una ragazza, dopo il primo scambio di sguardi, ha continuato ha guardarmi quando io facevo finta di guardare altrove! Oppure quando cammino per strada e ci sn quelle che si girano a posta per guardarmi, magari belle pure!); purtroppo le mie conquiste si limitano allo sguardo visto che nn ho gli strumenti per andare avanti…nn so cosa dire e di che cosa parlare dopo..
    C’è una ragazza nel mio stesso corso in facoltà che mi piace molto (in classe siamo 20), e io per arrivare a lei ho pensato di conoscere un suo amico che è un nostro collega, però a lui nn ho detto ancora che mi piace…L’altro giorno alla fine della lezione ho visto che parlavano, io ho salutato lui, e lei si è girata per vedere chi lo stesse salutando ed è rimasta un attimo stupita,nn so perché…cosa posso fare x conquistarla ???
    Ho letto diversi articoli che hai pubblicato ed ho capito che ho paura di un suo probabile rifiuto, che devo lavorare molto su me stesso, sulla seduzione passiva che nn so se applico con lo sguardo e con i movimenti del corpo; ma come si fa a fare in modo che lei sia attratti da te (addirittura ho letto che ci vogliono 30 minuti al max)? Io sn 21 anni che provo a capire come si conquista una donna ma nessuno mi aiuta..
    Spero che mi risponderai..
    Grazie!
    P.S. Vorrei essere come te, 6 un grande!

  4. Mr. Seduzione Says:

    …in realtà il mio lavoro è pressapoco quello che fa will smith nel film hitch, solo che nel film non fanno vedere tutta la fatica che prevede una “rieducazione alla seduzione”.

    ma è sicuramente un bel lavoro che da soddisfazioni.

    perdonami se non ti do la risposta che vorresti sentirti in qualche riga, perchè non è possibile sintetizzare tutto un mondo in poche parole.

    incomincia a leggere il blog, rompi un po di stereotipi mentali e mettili in pratica nella realtà.

    se vuoi fare un passo in più prenditi il manuale e vedrai che risolverai ogni cosa.

  5. Mr. Seduzione Says:

    risposta sul blog

  6. Luigi Says:

    ciao Mr. Seduzione complimenti per questo blog è veramente bellissimo e utilissimo e da dipendenza come una droga lo trovi per caso e poi non riesci più a sstaccarti.
    Io sono del 90 è sono all’ultimo anno di liceo.
    Mi piace tanto una mia compagna di classe che però è anche la mia migliore amica.
    E in effetti come tu più volte hai sottolineato tra di noi ci sono molti momenti che si diversificano per la grandezza di un filo dai momenti che ci possono essere tra una coppia (passeggiate di sera, momenti soli noi due, ecc.).
    Non ho ancora capito precisamente cosa intendi tu seduzione passiva infatti penso che presto comprerò il tuo libro in proposito.
    Ma il mio problema fondamentale è che quando sono con lei non sento un blocco psicoloico anzi sento di poter parlare “senza veli” di potermi aprire come con nessun altro e sento che per lei è lo stesso.
    Il mio unico blocco è riuscire a parlargli dei miei sentimenti proprio non riesco a capire quando può essere un momento adatto e ogni tanto dubito anche del suo interessamento verso di me: ed è questo il punto dubbi sempre dubbi.
    E anche paura di provarci per la paura di perderla anche come amica.
    (Ad essere sincero una sera glielo detto ma sia io che lei eravamo leggermente alticci (insomma) ma lei li per li non mi ha risposto e la mattina dopo si era dimenticata tutto o perlomeno così diceva.)
    Un’altra cosa che poi vorrei capire cosa sono in concreto le prove tipo che una donna ti può porre?? Chessò una cosa tipo <> non è prprio idea e chiedo il tuo prezioso aiuto sperando che possa essere una buona spinta per il mio riccio interno.
    GRAZIE

  7. fortuna Says:

    Ciao, Mr.
    Essendo io una ragazza, mi sento un po’ un’intrusa nel tuo sito che vedo essere popolato esclusivamente dalla categoria maschile, quella alla quale ti rivolgi del resto.
    Il tuo blog è simpaticissimo prima di tutto e, da riconoscere, pure utile. Dunque lo voglio rendere utile pure per me. Posso?🙂
    Fammi capire per quale ragione, dopo aver carinamente (ossia non volgarmente o pesantemente) fatto tanto, nel corso di mesi, per entrare in feeling con una ragazza (conosciuta in ambito lavorativo, nel mio caso) fino ad arrivare al mitico scambio del numero, vi costa tanto invitarla a prendere un caffè (sempre carinamente e non volgarmente inteso!). Per l’impressione che mi ha dato il ragazzo in questione, mi rifiuto di pensare che si tratti una di quelle tristi mosse per la gratificazione del proprio ego (da capire anche questa, poi…).
    E nessuno mi risponda “Invitalo tu”. In questo sito si parla tanto di istinti e regole atavici… Da quando l’essere umano è sulla Terra, è il ragazzo che si fa avanti per un invito e del resto considerate spesso ‘poco seria’ una ragazza che osa cotal mossa!

    Ciao!

  8. Mr. Seduzione Says:

    Il sito è rivolto ai maschi perchè ne hanno generalmente più loro di questo genere di informazioni.

    Ti confesso che a leggere i dati sulle vendite dei miei libri acquistati da donne, mi chiedo spesso cosa le spinga a comprarli.

    Tornando al tuo problema, in genere i casi sono tre, o è troppo timido per cercarti, o pensa che tu sia “troppo…” per lui oppure non le interessi più perchè ne ha conosciuta un’altra.

    non credo che si tratti di autogratificazione per il numero.

    Prova ad andare da lui, lo saluti, gli fai un sorriso ammiccante del tipo “guarda che io sono qua e tu forse sei un po lento a capire” ti giri e te ne vai.

    Se gli interessi succederà qualcosa…

  9. Mr. Seduzione Says:

    risposta domani sul blog

  10. TOMCRUISE Says:

    Cara FORTUNA, ti dico io le cose come stanno: se io ti avessi invitata gentilmente (come dici tu)…Tu mi avresti risposto di no. Oppure “Come faccio che ho il fidanzato” oppure ” Un altra volta”. Eppoi 90 su 100 saresti andata con il primo truzzone con i jeans a vita bassa, la maglietta e avresti pure pagato tu aperitivo, cena, caffè ecc. E vi sareste fidanzati.
    Questo è ciò che capita molto spesso. Almeno dalle mie parti…
    Preziose con persone gentili , facili con chi non lo merita

  11. TOMCRUISE Says:

    Naturalmente il mio è il punto di vista del single cronico

  12. fresh Says:

    e se la smettessi di definirti e CREDERTI TALE??
    a nessuno piace la gente che sa solo lamentarsi, nemmeno a te… spero.
    se questa è l’immagine che tu stesso hai di te, allora dimmi cosa hai capito da questo blog??

  13. fresh Says:

    ah… e probabilmente per “carinamente” nell’invitare
    non intende certo “zerbinamente”…
    un caffè, semplice…banale…diretto.

  14. Mr. Seduzione Says:

    hai sintetizzato perfettamente il concetto di seduzione passiva.

    certo che è possibile, anzi per la maggiorparte degli uomini, è il modo più semplice di conquistare una donna.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: