L’eterno dilemma: meglio provarci o sedurre?

 

Seduzione, leggo da un bel po’ il tuo blog ma è la prima volta che intervengo e spero tu voglia rispondermi. Tornando all’articolo, ti pongo una domanda semplice, quanto cruciale:
– se ci provo subito, sono il classico allupato/sfigato che appena vede una ci prova
– se non ci provo subito, divento l’amico o comunque sono il classico insicuro (che le donne evitano come la peste)
(paro di come, ovviamente, un certo comportamento è interpretato dalle donne, che è l’argomento di tutto il blog)

e quindi?
ok il discorso del giusto approccio, del modo di muoversi, del linguaggio del corpo, ecc.
ma il punto resta, ipotizziamo uno sia timido (non è ua malattia, non c’è una cura specifica e solo con il tempo si può in qualche modo cambiare)
partendo dai tuoi presupposti sintetizzati sopra, quando provarci?
il discorso della seduzione passiva, in cui la donna sentendosi attratta da noi fa il primo passo, è fantastico, affascinante come pochi, ma se non succede (per qualsiasi motivo: è timida, fidanzata, insicura) dovremmo essere noi a provarci oppure non accade nulla (o magari accade prima o poi ma diventa un discorso di fortuna).
E allora come fare per iniziare una storia/sbloccare uno stallo senza cadere nelle due situazioni esposte sopra?

 

Ma no, non funziona così.

Le tempistiche di quando provarci dipendono chiaramente dalla situazione in cui ti trovi e non sono un problema fino a quando l’atteggiamento che adotti non ha delle sfaccettature negative.

Il fatto è che tutti sono capaci a provarci con una donna, pochi sono capaci ad avere donne che ci provano con loro. 

Ciò che molti non capiscono è che il fattore che permette ad un uomo di sedurre più donne di altri, non è dovuto a come questo ci provi o da cosa dica.

Un uomo che ha successo con le donne non ha bisogno di provarci.

Paradossalmente gli uomini che conquistano di più, sono quelli che fanno meno fatica e che si impegnano meno degli altri.

Il motivo? Nell’eventualità in cui uno sceglie di provarci con una donna, ha la certezza matematica che questa accetterà qualsiasi sua proposta.

Per questo motivo la timidezza di una ragazza NON è il fattore principale che ti impedisce di avere successo in questo gioco.

La seduzione passiva non è un concetto affascinante perchè ti permette di conquistare delle ragazze in poco tempo e senza fare alcuno sforzo. Ciò che la rende entusiasmante è la condizione psicologica che innesca nella mente di una donna.

Immagina di essere per qualche istante una donna e che all’improvviso per motivi che non sai e che non riesci a spiegarti, ti senti profondamente attratta da un ragazzo che hai appena visto.

Giustifichi questa emozione con un colpo di fulmine ed incominci ad elencare dentro la tua testa tutti i suoi difetti che lo rendono irresistibile ai tuoi occhi.

Anche se fossi la donna più timida di questo mondo, credi davvero che il tuo modo di comportarti non assumerebbe una serie di cambiamenti radicali?

Diventeresti rossa, con gli occhi lo guarderesti di sfuggita, girando la testa di scatto ogni volta che questo si accorgesse che lo stavi fissando. 

Ma in ogni caso, se fossi una donna, faresti di tutto pur di fargli capire che ti interessa, a costo di farglielo venire a sapere da una tua amica.

Sul fatto che poi questo uomo si accorga dei segnali o meno è un altro paio di maniche.

Ma una volta che dentro il tuo cuore di donna è scattata la scintilla, non sei più la stessa con quel ragazzo e se questo ti lanciasse un piccolo segnale tu non opporresti alcuna resistenza.

Se vogliamo, come uomo, dopo aver innescato questo stato psicologico nella donna, il tuo problema è quello di decidere quando i vostri corpi avranno il vostro primo contatto, piuttosto che quello di capire se lei sia timida.

Se parti dal presupposto SBAGLIATO che la timidezza non sia una malattia curabile in tempi brevi, automaticamente ti tagli fuori dai giochi prima ancora di iniziare.

La timidezza inizia a diventare un problema se decidi di non affrontarla e risolverla una volta per tutte.

Mettiamo ad esempio il caso che tu ci provassi con una ragazza e che venissi rifiutato.

Credi davvero che alla base del tuo successo del tuo insuccesso ci possa essere la timidezza?

Da quando la timidezza governa il mondo? Perchè dovresti lasciar determinare la tua vita il tuo destino, da una semplice paura infantile?

Tag: , ,

8 Risposte to “L’eterno dilemma: meglio provarci o sedurre?”

  1. TOMCRUISE Says:

    Parto dalla chiusa finale di Mr SEDUZIONE, sicuramente la timidezza non governa il mondo. Sicuramente l’insuccesso non è dovuto alla timidezza tout court ma a quello che la timidezza ci porta a fare di sbagliato. Magari rinviare all’infinito il tentativo di “acchiappanza” cioè restare troppo sul vago per mesi eppoi presi dal panico (che è forse il principale nemico del single cronico) provarci nel modo più stupido possibile.
    Io spesso, sbagliando ovviamente, mi sono sentito fortemente attratto da ragazze che conoscevo solo di vista e ne facevo dei “miti”. Addirittura nella mia testa avevo il binomio: sarò felice quando uscirò con lei e costruivo castelli di sabbia nella mia testa.
    Finivo per provarci nei modi e nei tempi più ridicoli: tipo con sms e/o telefonate balbettanti, inviando fiori con messaggini molto impegnati e a mio avviso anche ben scritti. Peccato che se poi non interessi ad una donna ti puoi sforzare finchè vuoi sul piano della scrittura e del pensiero ma ottieni zero ugualmente!
    In questo la timidezza ti rende ridicolo e ti porta all’insuccesso a mio avviso.
    Resto però di un’opinione generale cioè che se piaci puoi provarci come vuoi ma il risultato è sicuro.
    Secondo me quelli che piacciono hanno proprio la faccia che piace.
    Poi tanti successi portano alla sicurezza “del se”. Non puoi averla se sei single cronico ed hai preso solo pali nella tua vita!
    Inoltre se non sei in un gruppo misto dove le ragazze possono capire quanto vali e continui a provarci con sconosciute o mezze sconosciute è davvero dura per il single cronico!
    Ricordo sempre un episodio che mi vide spettatore anni fà. Portammo una ragazzina di 18 anni con noi in disco a Torino. Io e due miei amici (loro due hanno parecchio successo con le donne) , arrivati in disco a Torino trovammo dei nostri amici di Torino lì. Uno di loro inizia a parlare ma proprio poco con questa tipa (Giulia) e si offre di farle vedere tutta la discoteca. Noi restiamo lì e dopo quasi un’ora dovevano ancora tornare. Allora partiamo a cercarli e dopo un po’ li troviamo appartati che limonavano in un modo incredibile!

  2. Davide Says:

    Ciao mr. seduzione,
    Ho inziato da poco a lavorare come pr in una discoteca. Ho fatto subito amicizia con una barista molto carina e sexi. In questo periodo che gira poca gente in discoteca lei è spesso al bancone sola e abbiamo avuto occasione di parlare molto io e lei anche se la conosco da 2 sabati. Appena conosciuta si comportava come una delle tante, il sabato dopo siamo diventati già più intimi. Tra battutine alle quali rideva e complimenti reciproci che volavano, l’ambiente sembrava proprio quello di quando una ci sta. Di solito mi accorgo quando una ride per compatirti e ha l’espressione:” quando se ne va questo…” Appurato che le piaccio (me lo ha detto direttamente), ma appena tento di affondare il colpo lei si tira indietro. Lo fa non diventando fredda, ma sempre sullo scherzo. Forse ora arriva il vero problema (se lo è…). stringendo si tratta che io ho 21 anni e lei 25 e mi ha detto che con quelli più piccoli ha già avuto esperienze e non vorrebbe ripetere causa troppo immaturi. Comunque sul finire del discorso ha detto che comunque se ci conosciamo ancora un pò è disposta a uscire a bere un aperitivo o cose simili. Da come mi guarda capisco che le piaccio ma ora avrei bisogno di una dritta per andare in buca… Sai (non per vantarmi) ma sono un bel ragazzo o almeno piaccio visto che tutte le ragazze con cui parlo prima o dopo me lo dicono. Soprattutto in palestra le tipe dai 25 ai 30 con le quali ero diventato “amico” non facevano che riempirmi di complimenti, coccolarmi, doppi sensi a go go… Eppure non sono mai riuscito a concludere NIENTE. Sai dirmi come mai?

  3. Mr. Seduzione Says:

    risposta sul blog

  4. Brian Morenis Says:

    Evidentemente abbiamo commesso qualche sbaglio🙂

    Non contare troppo sulla comunicazione verbale con la donna, se una donna ci sta te lo fa capire con il corpo, con i movimenti e i gesti che fa.

    Non farti complessi. Ci sta? Bene, fregatene dei suoi discorsi sui più giovani di lei e passa all’azione😉

  5. TOMCRUISE Says:

    Proprio ieri ho saputo di un ragazzo che usciva con una ragazza. Un’ amica dei due ha fatto apertamente capire al ragazzo che voleva farselo. Si sono visti ed hanno trombato. A me queste cose non sono mai successe! Come mai ? Possibile che sia solo questione di seduzione passiva e che non intervengono altri fattori cruciali come la bellezza tout court, le precedenti ragazze che uno ha avuto (specie nei piccoli centri dove tutti si conoscono) ???

  6. Mr. Seduzione Says:

    ehehe fidati, la bellezza è solo un piacevole dettaglio.

    prova a capire quali sono stati i reali elementi che ti hanno messo in svantaggio rispetto a questo tipo. Mettili in parallelo su ciò che hai imparato dal blog e vedrai che ti aiuterà da matti a risolvere i tuoi problemi.

  7. TOMCRUISE Says:

    Ho provato a stilare un’elenco. Preciso prima che io non ero interessato a questa ragazza. Semplicemente mi hanno raccontato la storia , e, mi sono detto: perchè a me non è mai successo che una mi cerchi apertamente per farsi trombare ?
    Tornando all’elenco questo ragazzo alla fine ha 10 anni in meno di me, ma, a parte questo ha possibilità economiche infinitamente minori, è tirchio (per giunta), non regala mai nulla ed è un pessimo oratore! Quindi secondo te è solo questione di linguaggio del corpo ?

  8. Mr. Seduzione Says:

    fossi al tuo posto proverei a farmelo amico questo tizio.

    Sono incredibili le cose che puoi scoprire studiando il tuo nemico, specialmente quando lo ritieni estremamente inferiore a te.

    Non si tratta di accettare la sconfitta, anzi…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: