Paura del contatto fisico, come risolvere la questione.

paura contatto fisico occhi verdi

Ciao seduzione, cosa può fare chi come me ha paura del contatto fisico? Ultimamente ho cercato di cambiare ma non ho alcuna spontaneità nè mi sento a mio agio…inoltre non saprei da che parte cominciare a mettere le mani e mi sentirei imbarazzato oltre che mettere a disagio la ragazza, farei fatica a trovare una scusa anche a prenderla per mano..Ciao!

Non so se tu abbia già avuto modo di consultare il manuale, c’è un intero capitolo legato a tecniche per risolvere questa paura totalmente ingiustificata.

La buona notizia di oggi è che fortunatamente questo tuo problema esiste attualmente in un unico posto:

Nella tua testa.

Per risolvere questo tuo inconveniente è necessario lavorare molto sul tuo approccio psicologico e pratico al tuo modo di interagire non solo con le donne, ma anche con gli altri!

Fino ad oggi ho individuato un fattore comune tra i tanti che hanno paura nell’avere contatto fisico con le persone:

Un perverso trigo mentale (per non dire sega mentale, oooops l’ho detto) che ti porta a considerare il contatto fisico come una sorta di messaggio di debolezza, verso gli altri.

Anche se uno vorrebbe avere questo benedetto contatto fisico, teme che instaurandolo, l’altra persona possa intuire che ci stiamo provando con lei. Questo ci porta a pensare di esserci in qualche modo “abbassati” e abbiamo come l’idea che esponrci, significhi dimostrare di essere “deboli”. Un po come se esporsi non facesse abbastanza “figo”.

Non so se abbiate capito esattamente ciò a cui mi stia riferendo, ma è oggettivamente complicato da spiegare, ogni tanto mi capita di discutere con alcuni clienti di questa “noblesse” nell’evitare il contatto fisico con gli altri. Generalmente si risolve con dei semplici esercizietti pratici, in poche serate.

Sapete che amo le terapie d’urto, un po per qualsiasi componente della vita.

Per il contatto fisico, tolto il fatto di lavorare sulle strutture mentali, vi conviene andarci pesanti, stringere tra i denti un bel pugnale alla Rambo ed ogni volta che volete toccare una ragazza, LO FACCIATE senza pensarci troppo su.

Non fatevi inutili trighi mentali (sta volta non ci casco più),DA QUANDO prendere la mano di una ragazza E’ DIVENTATO UN CASO DI STATO?

Solo perchè da bambini siamo stati abituati ai cartoni animati della Disney, dove ogni volta che i personaggi si toccavano, entrambi arrossivano come lampadine da 1000 watt, non vuol dire che dobbiamo continuare ad andare avanti con questo retaggio psicologico nella testa.

Se siete al bar, volete abbracciare una ragazza, anche senza motivo, FATELO e se vi chiede il motivo per cui l’avrete abbracciata ditele che aveva un’aria invitante. …e dopo? Lasciatela tranquilla per un po, e continuate come se non aveste fatto nulla di speciale, INFONDO NON AVETE FATTO NULLA DI SPECIALE PER DAVVERO!

Ogni tanto può capitare di avere il timore che una possa pensare che ci stiate provando e quindi che questo potrebbe peggiorare la vostra posizione. Insomma, PUO’ CAPITARE, ma mi auguro vivamente che si verifichi molto meno nel prossimo futuro.

Se uno al contatto fisico aggiunge un atteggiamento da “romantico” tremolante, il messaggio che si invia diventa un inequivocabile: “Si è vero mi piaci, ma sono timido e so già che mi dirai di no”.

Se è questo il messaggio che volete trasmettere alla ragazza con cui siete fuori, FUGGITE A GAMBE LEVATE DA QUESTO BLOG, prima che vi venga a prendere a fucilate.

Il contatto fisico deve comunicare dei messaggi validi, “Non sei male, ma anche se sto bene con te, per il momento preferirei averti come amica”.

Come si fa a comunicare una cosa del genere?

Ci si comporta in modo molto naturale e spontaneo, si ride, si scherza e poi si lascia “mantecare” (come direbbero i cuochi”) a fuoco lento, fino a quando non sarà lei a desiderare voi.

Chiaro per essere in grado di comunicare in modo giusto è necessario lavorare sulle strutture mentali ed acquisire una notevole sicurezza in sè stessi. Ma da qualche parte dovrete pure cominciare!

Tag: , , , ,

6 Risposte to “Paura del contatto fisico, come risolvere la questione.”

  1. il bomba Says:

    ciao seduzione,
    dal commento di ieri, quello che volevo dire in parole povere è come intavolare un discorso con una ragazza e di cosa parlare.
    Grazie
    ciao

    *********risposta sul blog.

  2. il bomba Says:

    …perchè non vorrei essere noioso.

  3. David Says:

    Ciao Seduzione,a volte può capitare,come a me ora,che a una ragazza bisogna far capire che non vogliamo avere con lei una relazione; ad esempio se dopo il primo appuntamento lei volesse continuare a vedersi e invece non fossi più interessato a lei,esiste un modo per farglielo capire senza farla soffrire troppo?

    *************risposta sul blog

  4. dex Says:

    ci sono differenze a conquistare una 17enne rispetto a una 24enne?
    Ci sono diversi approcci per le diverse fasce d’età, oppure funziona sempre allo stesso modo?

    ************risposta sul blog
    quante domande interessanti, complimenti!!

  5. Gnalrab Says:

    Ciao sed grazie per la risposta ho apprezzato molto il post…penso di avere un gigantesco blocco psicologico che si è creato e cementificato data tutta l’astinenza (a vita) che ho “fatto”…forse avrei bisogno di una terapia d’urto forse di uno psicolgo. Sicuramente non so comunicare col corpo e quindi non andrò mai oltre l’amicizia…chissà prima o poi forse ne uscirò, solo che da solo non penso di riuscire. Grazie cmq!

  6. dario Says:

    Accidenti… ho scoperto questo blog ieri sera per caso, e in meno di 24 ore (ho letto moltissimo), ho visto smontati uno dopo l’altro una lunghissima fila di luoghi comuni ben radicati nella mia testa… qui:

    “Se siete al bar, volete abbracciare una ragazza, anche senza motivo, FATELO e se vi chiede il motivo per cui l’avrete abbracciata ditele che aveva un’aria invitante. …e dopo? Lasciatela tranquilla per un po, e continuate come se non aveste fatto nulla di speciale, INFONDO NON AVETE FATTO NULLA DI SPECIALE PER DAVVERO!”

    Cazzo (scusate, quando ci vuole ci vuole), hai proprio ragione!🙂

    Mi piace da matti una ragazza con cui ho commesso un errore ricorrente: tendo al dialogo e alla sincerità anche in situazioni in cui questo può risultare deleterio. Credevo che l’assoluta sincerità fosse necessaria, e leggendo te ho scoperto che è falso… Comunque con lei ormai ci sono cascato, per fartela breve lei sosteneva che “mi vuole molto bene” e che però “non vuole relazioni serie”… e me lo diceva magari subito dopo che ci eravamo baciati, o una volta perfino mentre camminavamo mano nella mano (cosa che le ho fatto notare ridendo). Siamo perfino andati a letto due o tre volte (esperienza assolutamente fan-ta-sti-ca! Per entrambi!) e lei continuava a sostenere che erano episodi senza importanza.

    Con lei ho avuto fin dall’inizio la magica sensazione di sentirmi perfettamente a mio agio, e l’ho sempre trattata un pò da bambina perché mi ricorda un sacco le cose che dicevo e facevo alla sua età (lei ha 24 anni, io 28) e spesso riesco a prevederla (ma non sempre, diciamo metà e metà, e per questo mi piace).

    Mi ha parlato in diverse occasioni del fatto che lei non ama le relazioni routinarie. Una volta mi ha detto perfino che le piacciono gli uomini che la fanno stare un pò in tensione (non ricordo se ha usato queste parole, qualcosa del genere…) e io le ho risposto qualcosa come “Vorresti veramente che fossi stronzo?”. E lei ha risposto di no.

    In tutti i suoi discorsi in pratica lei mi chiedeva solo “CONTINUA A SEDURMI”, mentre io non capivo, ero convinto che non fosse affatto sano, anzi che fosse un bel pò cretino ed infantile negare in questo modo l’evidenza… pur essendo già allora consapevole del fatto che la routine era in agguato, una volta superato questo che io vedevo come un problema. Dopo piú di due mesi finalmente CAPISCO! E capisco anche molte altre cose che mi sono successe prima, come e perché!

    Il senso di questo commento era essenzialmente di dirti GRAZIE!!!!!!!!!!
    Mi stai aprendo a un mondo nuovo. La strada per il cambiamento sarà difficile, ma di sicuro divertentissima e ricca di soddisfazioni.

    Nel caso specifico, poi, dopo qualche settimana che andava avanti questa cosa ho fatto una gran cappellata e mi sono messo da solo in posizione di inferiorità con lei… sempre colpa di troppa sincerità, e da lì sono stato colpito dalla “bilancia della pigrizia”, convinto di non poterci fare proprio niente, e non mi sono fatto vivo per due mesi, finora.

    Tra un paio di giorni è il suo compleanno… non sapevo cosa fare, ora comincio a pensare che sarebbe opportuno chiamare per gli auguri, e cogliere l’occasione per buttare lì una specie di scusa per aver perso il controllo in maniera cosí inusuale due mesi prima… magari infilandoci anche una battutina che la lasci senza risposta…

    Non ho ancora idee precise al riguardo ma qualcosa salterà fuori.

    Intanto, rigrazie!!!!!!
    Ciao!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: